Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2017

COME METTERE "IN LETARGO" LA MOTO DURANTE L’INVERNO

Immagine
In questo periodo, c'è chi pensa all'Elefantentreffen e chi appena il casco al chiodo. Chi prima e chi dopo a seconda della latitudine e delle condizioni climatiche, molti motociclisti parcheggiano la moto nel box per il “letargo” invernale. Ma per arrivare a primavera e trovare la moto perfettamente "in forma" quando sarà ora di indossare nuovamente il casco è opportuno seguire alcune regole: con poco impegno, infatti, si evita di dover ricorrere al meccanico o al carrozziere per riparare i danni causati dal freddo e dalla lunga sosta. E poi, prendersi cura della propria moto non è mai una fatica!
Cominciamo! Conviene come prima cosa chiamare la propria compagnia e sospendere la polizza assicurativa. Quasi tutte le compagnie lo consentono anche se non sempre riattivare la copertura è un’operazione gratuita. Inoltre, spesso è richiesto di sospenderla per un minimo di tempo fino ad un massimo (ad esempio, da uno a quattro mesi). Poi, inizia il lavoro sul veicolo.
Inta…

In moto d’inverno: consigli ed equipaggiamento

Immagine
Ammettiamolo: se, in fuoristrada, non esiste letargo, per i viaggi in moto l’attività invernale non sembra obbedire a un senso logico. Ti prendi una paccata di freddo e non puoi neanche fare i piegoni in curva. Eppure, c’è chi lo fa ugualmente: l’inverno è bellissimo e, dalla sella della moto, si assapora meglio.
In realtà, nonostante le oggettive difficoltà a viaggiare col freddo, in Europa c’è molta gente che lo fa per il semplice motivo che l’assurdo raduno tedesco chiamato Elefantentreffen (dal 28 al 30 gennaio), al di là della sua formula demenziale, è riuscito ad assumere un tale valore “morale” da attirare anche quei motociclisti che, d’inverno, la moto non la usano mai. Il raduno degli Elefanti, nato nel 1957, è semplicissimo: si parte, si arriva in una fossa piena di neve al confine tra Germania e Repubblica Ceca, si monta la tenda, si sta lì.
COME ARRIVARE Il posto si chiama Loh, che è una frazione di Solla, raggiungibile dalle uscite di Iggensbach e Thurmansbang dell’autostr…

La dash cam, utilissimo accessorio per macchine, moto e ogni altro mezzo

Immagine
L’occhio in più puntato lungo la strada, un testimone dei luoghi e dei fatti al costo di poche decine di euro.
La prevenzione, un contegno corretto e un rispetto per la segnaletica sarebbero la soluzione per una maggior sicurezza stradale. Purtroppo invece, gli incidenti continuano a reclamare martiri e feriti, vittime di quella strana guerra che quotidianamente si consuma nel nevrotico traffico in cui ci si immette con fatalismo, sapendo di rischiare.
Quando l’imprevisto si verifica, spesso si innesca un contenzioso torto-ragione, sia che si tratti di qualche lamiera ammaccata, sia nel caso di profonde sofferenze, trasformandosi in un affare economico, in un percorso fatto di valutazioni, testimonianze, perizie e tempi lunghi, talvolta legati ai 3 gradi di giudizio. Non sempre giustizia è fatta, occorrono prove oggettive sulle dinamiche, così da non inquinare con altro il tempo dei processi.
Oggi la tecnologia consente di limitare i dubbi. Per evitare ogni distorsione della realtà è…

UTILIZZARE LA MOTO STIMOLA IL CERVELLO

Immagine
Il gusto ed il piacere  di un giro in moto sono qualcosa di impagabile e meraviglioso. In quei momenti in cui abbiamo bisogno la necessita ed il bisogno di staccare la spina dal mondo e da tutte le "rogne" quotidiane nulla è più appagante di una bella passeggiata in montagna con gli amici od una smanettata in pista. Questa sensazione di libertà e benessere è stata studiata dai ricercatori dell'Università di Tokyo che hanno concluso: andare in moto è un ottimo esercizio per il cervello e fa bene.
CERVELLO REATTIVO E ALLENATO La ricerca è stata svolta su motociclisti di età compresa fra  45 e 60 anni, hanno scoperto che la concentrazione extra richiesta dalla guida di una moto aiuta a mantenere alte le funzionalità cognitive del cervello, che in quanto organo plastico riesce ad avere un maggior ricambio di nuove cellule. Questo  miglioramento delle funzioni è stato notato da appena si scende dalla sella fino a 2 mesi dopo! Il Professor Ryuta Kawashima ha comparato i dati d…

Due in moto: consigli su come andare in moto in due

Immagine
Innanzitutto quando si va moto bisogna indossare un abbigliamento adeguato. Assolutamente vietato che il passeggero porti abiti svolazzanti, borsette a mano o a tracolla, sciarpe molto lunghe o sandali alla schiava. Questi possono dar fastidio al guidatore o peggio ancora possono impigliarsi da qualche parte.
Ricordate anche che se non siete abituati a trasportare un passeggero in moto o è da mesi che non lo fate, è meglio percorrere prima un bel po’ di km di soli, in questo modo riacquisirete confidenza con la guida. In ogni caso se non vi sentite più che sicuri, evitate di trasportare passeggeri in moto e mettere a repentaglio la sicurezza di entrambi!
Passeggero in moto: come salire? La prima regola da tenere a mente è che è sempre il guidatore a comunicare al passeggero quando salire e scendere. Detto ciò, prima di far salire il passeggero in moto, accertatevi che il cavalletto laterale sia azionato. Appoggiate saldamente entrambi i piedi a terra, tendendoli larghi per avere un ma…

Tipologie di moto

Immagine
Un tempo le moto erano principalmente di due tipi, le moto ad uso stradale e le moto ad uso fuoristrada, oggi queste due categorie non sono sufficienti a definire il mondo motociclistico moderno.
Col passare degli anni le moto si sono evolute e differenziate nello stile e nella tecnica, in modo da soddisfare esigenze ed utilizzi sempre più specifici. Le differenze tra le varie categorie, sotto categorie ecc. iniziano ad essere molto sottili ed a volte confuse.
CUSTOM Il Custom è un'attitudine, un modo di vivere il mondo motociclistico caratterizzato anzitutto dalla propensione del motociclista a trasformare il suo mezzo in modo da guidare un qualcosa di unico. Tali motocicli spesso sono caratterizzati da una seduta molto bassa, un interasse lungo con pedane avanzate e in genere uno pneumatico posteriore largo, oltre a particolari accessori, realizzati come unici esemplari. La loro linea, a differenza di tutte le altre tipologie di moto, è rimasta invariata nel corso degli anni. Ad…

Vuole suicidarsi, il motociclista russo lo salva

Immagine
Sembrava una normale gita in moto, quando il biker ha visto su un viadotto un ragazzo intenzionato a buttarsi. Grazie alla sua prontezza di riflessi gli ha salvato la vita.
Quella che poteva essere una normale gita in moto si è trasformata in una missione di salvataggio di un aspirante suicida. Il 30 agosto scorso, nella Regione di Mosca, sfrecciando sull’Autostrada per Minsk, un motociclista russo ha visto con la coda dell’occhio una persona che aveva già superato il guardrail e, in piedi su un viadotto, voleva buttarsi per togliersi la vita, gettandosi proprio sulla carreggiata della trafficata arteria.
Il motociclista ha rallentato e ha fatto inversione di marcia, percorrendo contromano la corsia d’emergenza per qualche centinaio di metri. Arrivato sotto al viadotto, ha cominciato ad attirare l’attenzione dell’uomo che voleva uccidersi, cercando di farlo parlare e offrendogli di fare un giro sulla sua moto. Anche altri automobilisti, intanto, hanno iniziato a fermarsi, offrendo il…

Più dei diamanti, una moto è per sempre

Immagine
Provarci è fatica sprecata. Perché, la passione non passa. Non quella per le moto. Non si sa come e perché viene, in genere da piccoli, per «eredità» o «imitazione» ma più spesso - così - senza una ragione vera e spesso contro tutto e tutti. Come tutti gli amori del resto. E da quel momento coverà dentro come una agrodolce ossessione. La vita, per ragioni belle (i figli, una famiglia) o ragioni brutte (gli impegni, il portafoglio), può portare - al massimo - ad accantonare, spostare, procrastinare. Volendo si mette una sorta di sordina più per non disturbare se stessi che gli altri, se mi sono spiegato nel bisticcio logico-lessicale. Ma tanto prima o poi risorge più forte e prepotente di prima, come l'araba fenice in acido. Stiamo parlando di roba vera non di mode o della comodità di trovar parcheggio o di fare il figo da un bar all'altro o di aver soldi uno sproposito da esibire.
Si capisce che è roba vera quando non sopisce e non si attenua. Un amico di un secolo fa aveva u…

La moto fa bene

Immagine
Usare ogni giorno la moto o lo scooter, anche solo per il tragitto casa-lavoro, fa fare "ginnastica" al cervello e mantiene in forma anche il corpo. Lo hanno scoperto gli sviluppatori di Brain Training, il popolare gioco per Nintendo DS. 
Basta scongiuri: la moto fa bene! Siete stufi di sentirvi dire che "la moto è pericolosa" da amici, parenti e conoscenti occasionali? Inutile rispondere che è un modo di muoversi più pratico ed economico dell'auto, o peggio ancora parlare di passione: in genere, chi spara sentenze di questo tipo non è mai salito in moto e non potrebbe capire. Ma adesso abbiamo finalmente un argomento forte per rispondere, e arriva da una fonte al di sopra di ogni sospetto: il team di ricercatori che ha sviluppato Brain Training (il famoso gioco per Nintendo DS che "allena la mente") ha scoperto che andare in moto o in scooter è un formidabile esercizio per il cervello e ha anche benefici effetti sul corpo!
Funziona anche su chi inizia…

Come vestirsi per uscire in moto

Immagine
Andare in moto comporta un rischio maggiore rispetto a spostarsi a bordo di un'auto, ecco perché è importante indossare un abbigliamento adeguato.
Il rischio delle due ruote è che in caso di incidente non c'è una scatola metallica (l'auto) che ci protegge con airbag ed altri dispositivi di sicurezza. Si finisce direttamente in terra, su un asfalto che va pensato come carta vetrata. Quindi anche un incidente "banale" può comportare fratture, pelle escoriata e altri traumi che, anche se banali, non sono mai piacevoli.
C'è da dire che è sbagliato pensare che un abbigliamento tecnico debba essere usato solo dalle moto. Perché, se uno cade da uno scooter non si fa male?? Tante volte bastano dei piccoli accorgimenti per essere un pochino più protetti.
Per girare per la città sarebbe opportuno indossare sempre un giubbotto con protezioni almeno su spalle e gomiti, per non parlare del casco che deve essere sempre di qualità, omologato e ben allacciato. In estate è d…

La differenza tra moto e scooter

Immagine
Fino a pochi anni fa il problema nemmeno si poneva, distinguere una moto da uno scooter era esercizio facile, alla portata praticamente di tutti. Troppo diverse le forme dei due mezzi per non riconoscerli anche con una rapida occhiata, anche senza essere appassionati delle due ruote. Poi, complice il cambiamento del mercato e, conseguentemente, delle strategie di marketing delle Case motociclistiche, sono arrivati prodotti dall’incerta definizione.
Se uno Yamaha T-Max, pur con prestazioni molto vicine e in alcuni casi addirittura superiori a quelle di tante moto, si può ancora incasellare con facilità alla voce scooter, il Gilera GP 800, con la sua trasmissione finale a catena e il tunnel centrale praticamente inesistente, è già più difficile da inserire nei ranghi. Il compito diventa ancora più arduo, per non dire impossibile, quando si parla dell’Honda Integra, che, già nelle sue generalità, evidenzia la volontà di “integrare” due mondi che più diversi non si può.
Mezzi diversi La d…

Galateo, modi di comportarsi a tavola

Immagine
Non si dice "buon appetito", tutto quello che devi sapere per essere educato a tavola.
A tavola tutti insieme. Il pasto e' un momento di convivialita' quindi ci si siede tutti insieme, ci si alza tutti insieme, si mangia tutti insieme. Si comincia a mangiare quando tutti i commensali sono seduti e saranno i padroni di casa a dare inizio ufficialmente al pasto prendendo le posate e volgendo uno sguardo ai presenti. L'unica eccezione vale per i bambini che, soprattutto se molto piccoli, solo dopo aver chiesto il permesso, potranno cominciare seguire tempi diversi per la consumazione delle portate e potranno alzarsi prima una volta terminato, senza pero' per questo disturbare chi ancora rimane seduto a tavola.
Al bando la tecnologia. Tablet, smartphone, telefoni e televisori vanno banditi quando si e' a tavola. Ci saranno certamente altri momenti per dedicarsi a questi oggetti. Quando si e' intenti a pranzare o a cenare si deve godere pienamente della com…

Guida, i 5 errori da non fare in moto

Immagine
1) Guardare dove si mettono le ruote: Sbagliato tenere gli occhi sulla ruota anteriore, la moto si guida anche con la vista e va dove guarda il pilota. Si deve ispezionare la strada per scorgere in tempo eventuali pericoli, utilizzando anche una visione periferica in modo da ampliare il piu' possibile l'area di osservazione.
2) Manovrare bruscamente: La moto va guidata, non strapazzata. Capita, ad esempio, di dover effettuare frenate di emergenza, se ci si attacca ai freni violentemente la caduta e' quasi assicurata. Bisogna ricordare che acceleratore e freno non sono interruttori "acceso/spento" quindi vanno modulati in base alle esigenze.
3) Non usare il peso del corpo: Sbagliato essere nervosi nella guida, ad ogni nostro movimento corrisponde una reazione della moto. L'assetto va capito e gestito, con lo spostamento dei pesi. Per questo e' importante saper usare bene anche il freno posteriore: prima di usare l'anteriore, pizzicare appena il freno die…

Detti e frasi dei Motociclisti, le più famose o celebri

Immagine
Se vuoi vivere contento non alzare controvento!Se la strada è dritta e vuota falla tutta su una ruota!se vuoi stare sereno in moto fai sempre il pienoSull’asciutto e sul bagnato tieni sempre spalancato!Se sei incerto tieni aperto!Se dritto non c’è verso… fallo di traverso!La pioggia mi bagna… ed il vento mi asciuga!Io e te… 300km con un pieno…Se vai a manetta vai con la tanichetta… e se vai col millone vai col tanicone.Se mi superi è perché sono fermo al bar!4 ruote non va bene… 2 già meglio…. 1 perfetto!La moto logora chi non ce l’ha.Io non corro… volo basso…Finchè non me la dai rimane monoposto!Non è quello che guidi che fa la differenza… ma come lo guidi.4 ruote muovono il corpo… 2 l’anima.Finchè c’è piega c’è speranza!Il mondo è diverso, se lo prendi di traverso.Se leggi qui è perché siamo fermi al semaforo.Se la strada è tutta vuota, me la faccio in monoruota.Se la strada mi esalta la faccio in ruota alta.Chi va piano va lontano… ma io arrivo prima.Eh io non rischio… ci tengo all…

Anche i motociclisti hanno un Santo Protettore

Immagine
Possiamo indossare il casco più tecnico, le imbottiture, la tuta in pelle e guardare la strada con cento occhi, ma se succede il fattaccio, se si incomincia a scivolare sull'asfalto bagnato, lassù c'è qualcuno che si sentirà chiamato in causa per dare una mano: San Colombano, patrono dei motociclisti.
La spinta che portava Colombano a muoversi incessantemente per incontrare nuove persone, per trasferire loro la conoscenza di convinzioni profonde, un atteggiamento da eremita ma la piena disponibilità al confronto, la ferrea determinazione a non arrendersi di fronte alle avversità, si possono infatti ritrovare in pieno nel comportamento dei motociclisti di oggi, pronti a partire alla ricerca di nuove scoperte, senza timore di spostarsi da soli ma ugualmente disponibili a dividere gioie e fatiche con altri appassionati e, soprattutto, capaci di affrontare difficoltà apparentemente insormontabili pur di conquistare la meta prefissata.
San Colombano abate
San Colombano detto San Co…